giovedì 5 febbraio 2009

verde

verde di primavera. quasi è giunto il tempo di riuscire a stare in sella, senza che il freddo sia d'impedimento a pedalare, su leggeri cicli antichi, chilometri di strada bianca! e chi ti ferma più, caro alberto, su questa straordinaria Wolsit più che novantenne? Wolsit di quando ancora Franco Tosi e Emilio Bozzi non davano i natali al marchio celebre Legnano, col suo giallo di cedrata. giroruota e freni a fascetta, un classico delle corse anni '20! pignone fisso per gli allunghi e ruota libera per gl'impervi dossi e buche fangose. Wolsit su cui corsero grandi nomi come Costante Girardengo e, Fausto Coppi, se non erro. non a caso, Campionissimi!


verde della speranza che pedalare una bicicletta così vecchia e in forma può dare al futuro delle due ruote e dei pedali. qualche tubo, un mazzo di raggi ed un grappolo di nipples. pochi chili d'acciaio possono per decenni, quasi ad oggi una decina, regalare gioie sportive e liete passeggiate. cerchi, stretti da corsa, manubrio e leve dei freni tutti in ferro! 40 raggi per il posteriore, 32 sull'anteriore. pedali in ferro Wolsit, classici il verde come il disegno della corona, per la corsaiola di legnano. anche la sella è marchiata. riempi la borraccia, sei pronto per L'Eroica!

5 commenti:

Zinferlo ha detto...

"qualche tubo, un mazzo di raggi ed un grappolo di nipples"... questa mi piace. Potrebbe essere un marchio o uno slogan per il blog.

libks ha detto...

anche "una decina di decenni", non e' niente male! :-)

Un poeta-ciclo-amatore!

romHero ha detto...

curiosità--gomme 700 35 A oppure 700 35 C??

Anonimo ha detto...

Oilalà! 700x28 C !! Cerchio stretto da 33mm di sezione....."mezza corsa" per intenderci!
Ciao a tutti
Zagor

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI ALBERTO UNA GRAN BICI
INSISTI CON I COLORI VIVACI...
CIAO
DIEGO