mercoledì 20 maggio 2009

popolare

non solo macchine da gran signori. la bicicletta, cara d'acquistare e preziosa da conservare, è pure un'esigenza popolare. ecco dunque un bell'esempio di cosidetta sottomarca. sergio ci presenta questa Monarco, nata Ganna, riportata al lustro d'un mezzo di grande utilità. quotidiana

6 commenti:

Stefano 89 ha detto...

Bella!!! Secondo me dovresti però procurarti una forcella d'epoca, perchè quella che monta adesso è brutta!!! (è moderna!!)
Ciao!

Zinferlo ha detto...

Porca miseria Stefano ma che occhio hai?! Come fai a dire che ha una forcella moderna?
Comunque bellissima bici da donna!

Stefano 89 ha detto...

...dalla testa (della forcella) e poi dalla piega dei foderi...!!

libks ha detto...

Quest'omino e' un mostro.

:-)

Paolo De Sade ha detto...

Più che altro dalla piega dei foderi... dagli anni 50/60 si sono tutte uniformate. partono dritte e poi curvano bruscamente... mentre di solito in quelle "d'epoca" hanno una curvatura più progressiva... altre sono anche quasi dritte, l'inclinazione in avanti la dava la pipa del manubrio (piu tipico nel periodo '10/'20/'30)

fasulo ha detto...

e bravo Stefano è tutto confermato dal fatto che, se notate bene, il parafango posteriore più arrugginito è a pagoda tipico anni 30 e quello anteriore è anni 50 ... !!! è la ragione per cui non la pulisco neanche trovo che tutti questi rattoppi, cassetta di legno compresa la rendano più autentica ...