martedì 22 febbraio 2011

dietromotori

la parola a giorgio, che ci mostra questo ritrovato di grande valore storico: "Desidero mostrare la mia bicicletta da corsa su pista dietromotori ad amatori competenti, per poter risalire alla ditta costruttrice e all'anno di fabbricazione. La componentistica è BSA, la ruota posteriore da 28'' è in alluminio, l'anteriore da 24'' in legno. I palmer sono fissati ai cerchi con fasce". da notare anche i rinforzi in acciaio su sella e manubrio, per evitare inconvenienti all'alta velocità!





le corse su pista dietro motori sono gare in cui il corridore è preceduto da un allenatore in motocicletta, con un rullo posteriore, che gli consente di raggiungere in scia velocità di 70-80 km/h. gli specialisti di questa gara vengono chiamati "stayer": vediamo quì nel 1931 Giovanni Gerbi "Diavolo Rosso" impegnato in una corsa al Motovelodromo di Torino!

3 commenti:

Carmine! ha detto...

Ma perchè la forcella è montata con la curvatura rivolta verso il telaio?

carlo ha detto...

se noti la sella e il manubrio sono portati in avanti ,con la forcella
in posizione rientrante e con ruota
da 24 pollici
la postura del corridore si avvicina
alla moto, avendo un beneficio di
penetrazione

corbettclassics ha detto...

Hello from U.S.A.
Is this STAYER "For Sale"??
Thank you
- corbettclassics@charter.net -