lunedì 11 giugno 2012

Bianchi 1909

 
cento e più anni di bicicletta. Bianchi velocipede elegante, tipo corrente da viaggio, conservato e quasi tutto originale. non lasciata lì a dormire per troppo tempo, questa bicicletta ne ha fatti di chilometri, che le sfere dello sterzo, catena e ruota libera Perry mostrano un utlizzo molto intenso, ma. revisione leggera e la bicicletta scorre ancora lieta, ormai tranquilla per l'età, su mozzi e movimento assai precisi. sebbene in decenni successivi la storia della freneria sulle biciclette abbia avuto evoluzioni tecnologiche e bacchette magiche, questa antica Bianchi si lascia ancora oggi pedalare serena e frena sicura su strade che non teme. emozionante meccanicheggiare e poi passeggiare questo cavallo di colori e profumi da un'epoca distante!
due freni ai cerchi, anteriore rigido a leva lunga e posteriore a leva rovesciata con comando a cavo. manubrio da 24 millimetri, sia in orizzontale che in verticale e conseguente forcella e serie di sterzo della stessa misura. senza pipa, con espander.

millenovecentonove o millenovecentosei? non mi quadrano con il catalogo del nove la chiusura del reggisella e la testa di forcella.
mentre con il catalogo del sei non mi torna il fermasterzo, quì assente!

Telaio n. 73312, per il Registro Storico Cicli
raggi da due millimetri, sfinati al centro a uno e otto. legati a due a due agl'incroci, con filo di rame e stagno. ruote da 28 3/8 ovvero 700 A, con mozzi Bianchi di cui il posteriore a 40 fori e 32 all'anteriore.

34 commenti:

Anonimo ha detto...

A questa bici mancano solo i parafanghi.
E' del 1909 lo si deduce da molti particolari, dal numero di telaio, dal manubrio, e altre cose.
La A o meglio sarebbe dire C perchè la A aveva solo un freno e non aveva la predisposizione per quello basso posteriore, mentre l'unico modello uguale alla A che come opzional poteva montare il freno dietro, era il modello C.
A detta di esperti però la A aveva anche lei la predisposizione praticamente era lo stesso telaio e sulle A ci si poteva mettere tranquillamente il freno basso.
Le forcelle forate per la A del 1909 sono corrette, gli altri modelli perderanno questa caratteristica subito dopo il 1906.
L'expander alla sella per il modello A compare solo dopo il 1910.
Su questo modello non era previsto il fermasterzo, aveva l'expander al manubrio e di conseguenza non montava il collarino e fermasterzo.

Ma chi è il proprietario di questa bici ??

è stupenda complimenti
Riberios

Anonimo ha detto...

Dimenticavo i pedali non sembrano, dall'unica foto vista, originali.

riberios

mayno ha detto...

Il telaio suggerisce modello A con parafanghi oppure C senza parafanghi, che però sul catalogo del 1909 hanno il fermasterzo. Questa non ha il fermasterzo, come il modello C-Bis senza parafanghi. Confermo che i pedali non sono originali. Questa bicicletta è mia. Come mai un numero di telaio così alto?

Anonimo ha detto...

Secondo me questa bici è una A del 1909 come si evince dal numero di telaio, visto che ha quel tipo di forcella che solo la A ha avuto fino al 1909, manca il ferma sterzo ma sul catalogo non lo precisa, sul catalogo si vede il collarino ma poi sulla descrizione dei manubri si notano tutti con expander, come tu sai puo differire il modello reale da quello da catalogo.
Secondo me il manubrio con expander non porta mai il collarino, e i manubri del 1909 ripeto hanno tutti l'expander, quindi la tua secondo me è giusta così.
I parafanghi mancano
E' difficile stabilire così un tipo di bici tu la vedi nei particolari nel diametro dei tubi nelle varie particolarità che noi nelle foto non possiamo notare e verificare.
Non ha l'expander alla sella e qui va bene, arriverà l'anno dopo, la c bis ha l'expander cosi sembra.
Il numero di telaio non è alto e poi dovresti vedere l'intero registro per capire, il numero va bene corrisponde al 1909,

Riberios

mayno ha detto...

Grazie per le preziose osservazioni e informazioni!

Goretex972 ha detto...

UNO SPETTACOLO !!!!

Il catalogo dice che la A monta i 2 freni ed i parafanghi...quindi a questa mancherebbero solo i parafanghi.
Riberios, tu che detieni il potere numerico... mi confermi che il telaio 54256 corrisponde al 1908?
E' di una bici col telaio identico a questo ma senza la predisposizione del freno posteriore , quindi mod. C Collarino con ricamato "E.BIANCHI" e bloccasterzo.
La bici monta i parafanghi leggermente carenati (dal catalogo non dovrebbe).
Ultima domanda...sicuro del fatto che il manubrio non sia impipato dritto con expander? In effetti col collarino sarebbe anche logico

Anonimo ha detto...

Gore sai che cerchiamo queste bici per riuscire a finire e comporre il registro primo novecento, tu avevi questo numero e non hai comunicato niente.
Ti dirò qualcosa sul tuo numero richiesto quando mi manderai le foto della bici in tutti i suoi particolari.

riberios

Unknown ha detto...

spettacolo primordiale alle origini del mito

Goretex972 ha detto...

Ribe... Mi sa che ti sei montato la testa ..
La bici in questione non e' mia!

D.stroy ha detto...

Hai fatto il botto?

Anonimo ha detto...

Gore si possono avere le foto di questa bici ??
Smettila non mi sono montato sciocco pelato

ribe

Anonimo ha detto...

Mayno la forcella così forata, sapendo che siamo al 1909, la poteva avere sola la A.
Gli altri modelli l'avevavo gia persa.
L'unico dato al catalogo diverso dalla A e dalla C bis è il peso di quest'ultima 12.5 Kg altro non differisce o non è stato scritto, bisogna confrontarle con altre come ho fatto.

Rimango della mia idea modello A del 1909 mancano i parafanghi.

riberios

P.De Sade ha detto...

Stupenda! Tralaltro non dovrai avere particolari difficoltà a finirla... I parafanghi sono i classici muli Bianchi con l'anteriore tronco... ;-)

Goretex972 ha detto...

è il collarino d'aggancio alla forcella anteriore che farà tribulare!!

medusa ha detto...

BIANCHI.mod. C bis. 1909. tanto per èssere precisi.

medusa.

Goretex972 ha detto...

Medusa ha ragione!!
La A non dovrebbe avere l'expander al manubrio in quanto munita di collarino.

Anonimo ha detto...

dipende dagli anni la A poteva anche non avere il collarino.
Una cosa non mi convince io credevo che fosse solo la A ad avere la forcella bucata o forata nel 1909 ma a quanto deduco anche la C e la C bis avevano tale forcella dunque.

riberios

Anonimo ha detto...

Nel 1909 la C Bis perde il collarino che aveva nel 1908 però, se guardiamo bene il catalogo, porta expander alla sella cosi sembra dall'immagine, io di C bis non ne ho mai viste.
La mia non vuole essere una polemica ma uno scambio di idee costruttivo rispettando sempre la gente che da anni ha aquisito una esperienza notevole a cui noi principianti dobbiamo sempre tenere presente.

riberios

Anonimo ha detto...

Hola secondo me è più vecchia del 1909....notando lo stringisella e la partenza del carro/forcella posteriore e come avete già detto in precedenza le particolarità del manubrio. Il mio è solo un parere personale . Cmq rimane sempre una SIGNORA di un certo spessore storico. Parrebbe tra il 1903-1906....
Saluti a tutti gli appassionati di ruggine.
Hasta Luego
Zagor

Anonimo ha detto...

Il registro dice 1909 ed è giusta, il manubrio non è così nel 1903

riberios

Anonimo ha detto...

Credo che sia superfluo difronte a tanta bellezza parlare di modello A, C o C Bis. Le differenze erano veramente minime.

Limone

Anonimo ha detto...

Telaio ante 1909 ! Manubrio si forse del 1909 !! Ottimo Conservato!
Cordialità Perla

Anonimo ha detto...

Sig. Perla il manubrio è del 9. Ma come fa a dire che il telaio è più vecchio? da che pulpito arriva questa affermazione?

Cordialmente

Limone

Anonimo ha detto...

bla bla bla bla.....
per me è una F o una G,oppure una H...anzi sono indeciso...credo sia una FIAT uno turbo o una topazio da corsa col 2 leve....ho vinto qualche cosa?

Anonimo ha detto...

Ha ragione è tutto un blablabla..
Il Sig. Riborius è l'unico che si è esposto e ha fatto ottimi interveti. Il Sig. Perla e il Sig. Medusa sparlano facendo i saccenti su cose che non conoscono.

Cordiali Saluti

Limone

Anonimo ha detto...

ho visto in tanti anni un sacco di biciclette, modelli A, D, Dbis, d2, d2 Bis, C, ma non si è mai vista una C bis fatta solo per due anni, ora chi mi spiga che forcella ha la c bis ?? che me lo dimostri visto che siamo nel 1909 e dal catalogo non è specificato e che solo la A come è stato affermato aveva la forcella a fori passanti ? Forza pubblichiamo altrimenti smettiamo di dire cose a caso.
La bici potrebbe essere una A con manubrio non giusto oppure giusto ma che differisce dal catalogo.
Tanto per essere precisi.

Abdrea Zucconelli

Goretex972 ha detto...

In effetti non ha tutti i torti. Deve capire che Riberios si e' reso disponibile a gestire il registro storico della Bianchi. Probabilmente e' in possesso di tanti dati che lo mandano a massa facilmente! Pubblicare le foto non e' facile perché devi chiedere il permesso anche a dio e se ha visto tutte queste bici negli anni in cui ha coltivato la passione , riuscirà a comprendere anche ldi quali difficoltà stiamo parlando. Non e' assolutamente vero che la forcella forata c'e l'aveva solo la A. Da quello che posso aver toccato con mano e prendendo spunto dai cataloghi, Medusa ha azzeccato il modello . I vari modelli del 1909 hanno tutti lo stesso telaio e cambiano nome solo se hanno parafanghi o frenasterzi etc etc
La bici di Mayno e' tutta giusta!!!! Divina!!!!

Anonimo ha detto...

"Abdrea Zucconelli" perchè per una buona volta non ti firmi col tuo nome...??! caro diego donati aka medusa..??!!!
tutti le volte che fai l"'anonimo" ti fai beccare...dacci a mucchio e datti all'ippichi..!

Goretex972 ha detto...

in effetti...il "tanto per essere precisi" potrebbe essere una "firma".

Cos'è ? una battaglia tra anonimi?

Noi piccoli stiamo crescendo in fretta....facendo dissolvere quelle piccole certezze che hanno accompagnato per anni chi la ruggine la respira tutti i giorni.
Alla fine sono solo biciclette
C'è chi non ce la fa a "finirle" e le "ricrea" artigianalmente...ma va bene cosi, basta essere soddisfatti...solo che alla lunga, le differenze vengono a galla.
Qua c'è la bicicletta che è un catalogo su gomma e ferro....e non c'è una virgola fuori posto (forse i pedali)....
1909 !!! Non si scappa!!!
Sarà dura per qualcuno digerirla, ma se ne farà una ragione.

Eviterei di sputtanare il post di Mayno, che sembra uno dei pochi "normali" e chi vive la bici nel verso e lo scazzo intellettuale corretto.

Anonimo ha detto...

Mannaggia..... lo diceva il vecchio Luigi GANNA che il 1909 infiamma gli animi .....
Concordo col vecchio Cristiano ...fatto di Goretex .....viviamola da APPASSIONATI e non da AMMALATI !

W la ruggine

Hasta Luego
Zagor

Scusate se mi son permesso di dire ciò!!

Goretex972 ha detto...

Il caldo amplifica l'epidemia...
la malattia si sviluppa sotto mille aspetti!!
Bisogna avere il vaccino sempre a portata di mano!!
;-)

Toki ha detto...

scusate,qualcuno di voi saprebbe spiegarmi come si legge il numero di telaio di una Bianchi per favore? ho una vecchia bicicletta Bianchi e vorrei sapere in che anno fu costruita. Il numero 5A00182
Grazie mille in anticipo a chi saprà aiutarmi....
Massimiliano

Anonimo ha detto...

Toki ciao
manda le foto della bici dove si vede bene il numero di telaio e altre foto che si vedano i particolari e manda tutto al registro storico cicli
e.bianchi@registrostoricocicli.com

ciao riberios

Toki ha detto...

ok grazie mille !!!