venerdì 8 aprile 2016

Maino mod. Superlusso 1926

Grazie a Roberto, ammiriamo questa rara e "fine" Maino a freni interni del lontano 1926, in tinta "grigio Maino"! Telaio n. 31195
Pregiato telaio a congiunzioni invisibili, "ultrafine" con cannotto sella da 22 mm! Per il carro posteriore, tubi tipici degli anni '20 con sezione a "D", con classico strettissimo "diapason" di casa Maino; forcella con testa forata, a tre piastre.

Parti bianche nichelate, carter a bagno d'olio, guarnitura tipica GMA con entrambe le pedivelle alleggerite sulla parte interna e marchiate in corsivo, movimento centrale marcato M26 con oliatore, freno posteriore parzialmente interno e frenata bassa, anteriore esterno; mozzi marcati in stampatello, con oliatori, pedali a barra unica Maino con gommini Pirelli, fregio anteriore in ottone rivettato, fregio manubrio smaltato Maino, cerchi con profili neri e filetti rossi.

Completano l'opera di questa bicicletta al contempo elegante e sportiva, cerchi 28 5/8 (700 C) e tutti i rivetti in ottone ribattuto, che rendono la macchina perfettamente bilanciata in linea, stile, eleganza e guidabilità. 

Dotazione: manopole in due pezzi e manopolini in corno, bronzino anni '20 a campana, paramanubrio Amba, gruppo luce Dansi oscurato, gemma posteriore in vetro a melograno, maniglia saltafossi con numero di brevetti, tassa per velocipedi del 1926, estremità del parafango posteriore bianca, sella in cuoio di lusso a molle, santino portafortuna, pneumatici Pirelli 28 1.75 Ballon. 























1 commento:

Roberto Damiano ha detto...

Grazie mille Mayno, un onore per me!
Roberto