giovedì 15 ottobre 2009

Maino, corsa?

un sigla WG 23, ma incisioni 25 sulle calotte del movimento centrale.

Maino! filippo ci presenta questa bicicletta da corsa. non distante dal tornare allo splendore originale. la bicicletta è stata interamente spazzolata. in metallo, sul tubo di sterzo, c'è il marchio MAINO di grosse dimensioni. attacchi alle forcelle anteriori e posteriori per le aste dei parafanghi, con invito saldato, completi di piccole farfalle per il bloccaggio. forcella anteriore di grosse dimensioni nella parte finale vicina ai forcellini. freni Bowden a fascetta. giroruota. un manubrio da corsa, pedali, qualche altro piccolo dettaglio e la Maino è pronta per correre!

WG 23. che dite, sarà VIVA GIRARDENGO 1923? proprio in quell'anno Costante Girardengo vinse il Giro d'Italia. a voi, l'esame dei dettagli per scprire se si tratti proprio del Tipo "G", come da catalogo del 1924.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

STUPENDA !! Eh non ti azzardare a riveniciarla!! Solo un restauro conservativo!!
Modello G ! e W Girardengo !
E il porta pompa c'era!! Non è Sportiva!! E' da CORSA !
Hola
Zagor

P. De Sade ha detto...

Magnifica, condivido il pensiero di Zagor, un bel conservativo.
Ottimo il manubrio in stile corsa oltralpe! e poi WG è una chicca da far invidia a molti!!! che fortuna, complimenti. Credo che sia il primo omaggio riconosciuto a Girardengo dalla Maino, poi successivamente gli dedicarono un modello tutto per lui: la Campionissimo e poi la Supercampionissimo... stupende nozioni!

Stefano 89 ha detto...

Ma sinceramente dubito che WG sia davvero viva Girardengo!!! :) Sarà una sigla identificativa della scatola del movimento...!!

Comunque è una bicicletta stupenda!!!!!!!!

P. De Sade ha detto...

Invece è probabile ! tieni conto che all'epoca una vittoria di Girardengo equivaleva ad oggi a una Vittoria di Schumacher...

Stefano 89 ha detto...

Sì ma lo scrivono col punzone sotto il mov. centrale???? :)