domenica 15 novembre 2009

1938, Umberto Dei

seconda incursione nell'eleganza ciclistica del 1938! scrive enzo: Vi presento in anteprima la favolosa scoperta, che per poco non ci lasciavo le pinne. In fiera a Padova stavo per comprare una borraccia da un mio amico e lui mi fa cenno con la testa, per indicare l'espositore dietro alle mie spalle, dicendo "...ma c'è ancora gente che porta in giro quei rottami". Mi sono girato e... e ho detto "aspetta un attimo!". Ho messo giù la borraccia, mi sono girato. Con un solo passo ero già dentro lo spazio. Per le mani, il più bel rottame che abbia mai visto! Tralasciando il resto dei dettagli, demando a voi tutti i commenti. Vi dico solo che sulla calotta sinistra è inciso DEI C 38. Spero che possa servire a scopo didattico ed a condividere l'emozione.


3 commenti:

Stefano 89 ha detto...

UAOOO!!!!!! Stupenda!! Sicuramente era il modello da corsa, in seguito è stata "civilizzata mettendo il manubrio sport!!! BELLISSIMA DAVVERO, COMPLIMENTONI!!! Un gioiello rarissimo!!!!!

Anonimo ha detto...

Beh che dire non è solo B....di C.....o , civuole anche un occhio esperto e competente! Bravo
Zagor

P. De Sade ha detto...

Che bici magnifica ! complimenti...