venerdì 29 gennaio 2010

routier lèger

leggera, da corsa. l'eccelsa qualità anglosassone B.S.A. Birmingham Small Arms. Francia 1914, a quel tale distinto talvolta, scarmigliato assai spesso. ha voglia di modernità, un po' di fuggire dal clima bellicoso, o forse solo di pedalare. in sella, lungo i viali e nel fermento delle strade trafficate. pignone fisso e senza freni, par d'essere nella Parigi d'oggi giorno. 100 anni trascorsi in gran volata!

da dismarita, B.S.A di fabbricazione francese Brown Brothers. mezza corsa. denominata "Routier lèger"!







10 commenti:

Paolo ha detto...

No comment ! e giù il cappello... grazie mille per la mail Dismarita!

Anonimo ha detto...

..........................!!!!!

franck

Stefano 89 ha detto...

Ma mannaggia... solo voi le trovate....... troppo bella!!!! Stanotte me la sogno......

Anonimo ha detto...

Roba da non credere, bella come il sole è l'unica cosa che mi viene in mente !

paracorto

max ha detto...

bella bella in modo assurdo!
una pecca però purtroppo c'è! io avrei messo i pedali in verticale per fare le foto, come nell'immagine del catalogo... O_O

Phil43 ha detto...

Nel complimentarmi per questa magnifica macchina vorrei far presente, senza alcun spirito polemico - avendone solo oggi preso visione - che, relativamente ai commenti sulla bicicletta apparsa sul blog in data 25.1.2010"al lavoro!" circa l'affermazione che la BIANCHI non ha mai prodotto bici con tubi posteriori obliqui paralleli mi permetto di dissentire. Esiste infatti il modello Z (cfr. catalogo del 1930)che ha esattamente queste caratteristiche. Lo affermo con certezza perchè ne posseggo un esemplare.
Ciao.
Filippo

Stefano 89 ha detto...

Ciao Phil, quello che dici è giusto, infatti il modello Z (e anche il modello Sabina, suo diretto successore) ha i tubi posteriori ravvicinati, però molto meno vicini dell'esemplare in esame, che li ha quasi uniti...

Anonimo ha detto...

phil43.

ciao ben tornato.

medusa.

Paolo ha detto...

Phil43: conosco bene il modello Z, Andrea "Romhero" ne ha uno che ho potuto vedere personalmente... Pero', come dice bene Stefano, qua stiamo parlando di tubi uniti quasi a toccarsi! Similissimo allo stile Maino...

Anonimo ha detto...

Bellissima, complimenti Dismarita !!!

Domenico