venerdì 10 maggio 2019

Maino 1939 Super Campionissimo

Lavori in corsa, su raffinata produzione piemontese Maino:

Pirelli TIPO A

Reperto di gomma antica, copertone Pirelli TIPO A, nella misura 700 x 32 C (28 5/8 1/4):

venerdì 26 aprile 2019

B.S.A. 1909

Anticaglia da gran battaglia, di centodieci anni vissuti intensamente, che cicatrici, acciacchi e tatuaggi raccontano fieri e unici, laddove il pregio del ferro inglese ha resistito con tenacia,  pur perdendo parte del suo lustro. Più di amene considerazioni, la bicicletta val'  che vada ancora pedalando, nonostante tutto
Linea lunga e slanciata, foderi della forcella e posteriori smontabili con sezione a "D" piatti sul lato interno, grandi ruote 700 A (28 3/8) - su mozzi originali B.S.A. con raggi 32 anteriori e 40 posteriori, cerchi originali - ancora discretamente rotonde, grazie anche al supporto di gomme nuove.
Rimontata con catena 1/2 x 1/8 "ingrossata" per contrasto all'usura dell'ingranaggio, sfere nuove del movimento centrale, gira ancora bene oggi, nel suo secondo secolo, liscia e silenziosa, accompagnata da ruota libera B.S.A.

 


Scatola del movimento centrale "corta", filettata, con serraggio a chiavelle per le calotte.


Mozzi originali B.S.A., di cui il posteriore con tendicatena a mezzaluna.
Pratica, efficace e resistente riparazione d'altri tempi per i forcellini, con calzini di rinforzo fatti a mano, tanto all'aroma d'antico, che non oso rimuoverli e neppure ripulirne la patina d'unto, di lunga e irripetibile sedimentazione.
Bene immersi nel ferro inglese, tra densi profumi d'antico velocipede, passiamo alla sfera mistica, con diversi numeri incisi quì e là sul telaio, accompagnati da simboli: 1953 e 1903 con un'ancora rivolta verso l'alto, 1918 con una croce ed un'ancora rivolta verso il basso, un 3 con una I e la ricorrente ancora rivolta verso l'alto. Meglio pedalare e non pensare all'arcano enigma, si perde l'equilibrio. Forse la bicicletta è già il tesoro, non l'attrezzo per andare a cercarlo





Freno a fascetta con tiraggio centrale Le Stopp Lateral - Licence BOWDEN, francese.
Sella in cuoio UNICA, italiana.

martedì 23 aprile 2019

G. Ferrero 1949

Leggera bicicletta da corsa torinese del 1949 con Cambio Corsa Campagnolo a due leve, allestita su telaio di fine lavorazione, con vernice originale ben conservata.
G. Ferrero - Trofarello (TO)
Manubrio Ambrosio Champion con pipa in ferro e piega in alluminio, leve e freni Balilla.

Pedivelle leggerissime in acciaio G. Fugini - Italia - Brescia - VANADIA 49, movimento centrale Magistroni NIK CROM, serie sterzo Magistroni, pedali Sheffield a centro intero con gabbia in alluminio, cerci in alluminio Nisi, mozzi F.B. Campagnolo, raggi Stella sfinati, catena Regina Extra, ruota libera Caimi.





Sella in cuoio inglese Wrights, tubo reggisella e collarino in alluminio.