lunedì 2 marzo 2015

4 Marzo - Pedali di Versi

Buongiorno,
la presente per invitarvi alla serata, di cui locandina  in allegato, che si terrà mercoledì 4 marzo a Verona.

Sulle note dei brani più noti del repertorio nazionale,  L'Intramontabile, il Campionissimo ed il Pirata si sfideranno, a suon di rime, sulle salite che li hanno consacrati alla leggenda:

......" Sovrani solo di una sella
guidati dal cielo da una buona stella"....

dove
 
" La polvere s'impasta al sudore
in un unico atto d'amore....
Consapevoli d'aver scelto la fatica
qual migliore amica..."



Ringraziandovi per la vostra disponibilità, vi invito ad diffondere l'invito agli appassionati.
 
Good bike

giovedì 26 febbraio 2015

Bianchi mod. R del 1922

 Grazie a Luca, che ci meraviglia con dettagli sul restauro della sua rara Bianchi mod. R del lontano 1922! Dopo aver smontato completamente la bicicletta, il lavoro di pulizia non è stato molto impegnativo, ho dato una mano di Fidoil. Ora ho iniziato a rimontare la bicicletta...
Restiamo in attesa, per vedere fotografie della bicicletta completata!

mercoledì 25 febbraio 2015

Frejus corsa degli anni 60

Dalla metà circa degli anni '60, bicicletta piemontese da corsa Frejus, molto ben conservata.
 Manubrio 3 TTT
 Serie sterzo Campagnolo e oliatore al tubo di sterzo

 Freni torinesi Balilla a tiraggio centrale
 Mozzi in alluminio Campagnolo, cerchi per tubolare Nisi rigati, raggi sfinati 1.8-1.5 mm
 Cambi anteriore e posteriore Campagnolo Record
 ...con "gambetta":
 Pedali in acciaio e alluminio Campagnolo







martedì 24 febbraio 2015

Wolsit balloncina 1937

Grazie a Lorenzo, che dopo la bella Marengo ci presenta questa sua completa Wolsit del 1937 con gomme ballon, dopo restauro conservativo:


lunedì 23 febbraio 2015

Umberto Dei mod. Imperiale ANNI 60

Anni '60, siamo sul finire di un'epoca gloriosa delle biciclette da viaggio: Umberto Dei nel classico modello Imperiale con frenata integrale. Se pur con qualche componente all'apparenza di fattura più economica - manubrio, pedivelle, movimento centrale e cerchi - è ancora in tutto e per tutto una Dei, a mio parere: salirci su e pedalare toglie ogni dubbio sull'inviariata scorrevolezza e solidità della marca. Il copricatena ha il codino allungato e non più il classico a "mezzaluna" e pare semplificato anche nella struttura, ma si presenta ancora elegante e robusto, anzi a dirla tutta è addirittura molto più agevole gestire la ruota posteriore in caso di smontaggio. Sella Italia e gruppo luce Faos originali