lunedì 20 novembre 2017

Umberto Dei 1924 mod. BORDINO

Grazie a Filippo da Parma, che ci presenta la sua rara e pregiata bicicletta Umberto Dei Milano "Modello C Bordino" del 1924, dopo un accurato restauro eseguito negli anni con pazienza, molto impegno, grande passione e competenza, nel recupero e salvataggio di questo grande pezzo di storia velocipedistica italiana che, al momento del ritrovamento, era in discarica già prossimo al baratro della rottamazione!

Il modello Bordino è una bicicletta straordinaria, dove l'eccellenza produttiva Dei presenta una bicicletta sportiva su telaio da corsa, leggerissima con con cerchi in legno e gomme tubolari. 

 Dal catalogo del 1922, con freni a leve rovesciate:
 
Da catalogo di metà anni '20, con manubrio tipo R a leve rigide interne e freni a fascetta Bowden comandati a cavo; da notare, su entrambe le immagini da catalogo degli anni '20, i parafanghi stretti e leggeri, il copricatena ed i pedali a sega in ferro:
Da catalogo degli anni '30, si nota l'evoluzione del modello, con copricatena tubolare chiuso, oliatore alla catena sul tubo sotto-sella, tipico di molti telai da corsa di metà/fine anni '20 e anni '30, freni sportivi a mensola, pedali a cubetti:
 
Andiamo ora ad ammirare la bicicletta di Filippo!
Considerate le pessime condizioni di partenza, sono state necessarie la verniciatura di telaio, copricatena, parafanghi e la nichelatura dei componenti, ad esclusione di mozzi, pedali e struttura dela sella, che sono conservati. Il risultato del lavoro è elegante ed impeccabile!
 Pedali in ferro originali, con oliatore a lancetta

Manubrio elegantissimo!

Freni a fascetta Bowden Touriste con pattini in sughero, per cerchi in legno Vianzone, montati con raggi sfinati da 1.8 mm alle estremità e 1.6 mm al centro
Da notare le aste dei parafanghi vincolate al telaio e la chiusura delle ruote con galletti, dettagli tipici delle biciclette da corsa
Sella in cuoio originale Brooks, manopole in corno







Telaio n. 29747, altezza tubo-sella c/c cm 55.5, tubo orizzontale cm 57, calotte movimento centrale punzonate 24 con diametro mm 40 e sfere mm 7.83, perno centrale marcato 23, cerchi in legno Vianzone sezione mm 32, pneumatici Michelin 28" 1 5/8 x 1/4, corona 44 denti, ruota libera e catena Regina
Ultimo dettaglio, come dessert, mozzo posteriore Umberto Dei Milano da corsa "GIRORUOTA"!

 


mercoledì 8 novembre 2017

Engal 1948 Sport - Contropedale

Grazie ad Alberto per la pazienza nel restauro di questa affascinante bicicletta sportiva e nella lunga attesa della pubblicazione!
Marca: Cicli Engal

Modello: Contropedale Sport 

Anno di produzione: 1948

Numero telaio: assente      
 
Proprietario: Alberto Castelli

Provenienza: San Maurizio Canavese (TO).      
 
Caratteristiche modello:
 
Contropedale Styria punzonato ’48, carter e parafanghi in ottone cromati, scritta Cicli S.O. Ciriè (presumibilmente il nome del rivenditore locale) presente sul tubo obliquo, mozzo anteriore FB, pedivelle e movimento centrale non marchiati, barilotto porta attrezzi AB Torino, gemma fascettata.

Integrazioni, sostituzioni e riparazioni: Pneus da 28”x1 5/8x1 ¼ Golden Boy bianchi e neri - Sostituiti cerchi (in origine spaiati) con una coppia in alluminio San Remo - Sella in pelle Corona - Aggiunto freno anteriore a filo Universal in alluminio con leva freno fascettata ricoperta in cellulosa - Manopole in cartone pressato e cellulosa - Bronzino coevo - Gruppo luce Magneti Marelli.

Caratteristiche restauro:   

Restauro conservativo eseguito dal proprietario e da Marco Bolle



















mercoledì 1 novembre 2017

Ideor 1941

Grazie a Mauro, che ci presenta questa pregiata Ideor (Savona) del 1941, dopo accurato restauro conservativo!
Bicicletta ballon con freni a bacchetta mod. Super di produzione ligure del celebre marchio Ideor di Savona; bicicletta elegante nelle forme e nelle tinte originali, con telaio fine e lunghi parafanghi con alette, a vestire gomme Pirelli Superflex Cord 26 x 1/2 x 3/4 (650 x 45 B)
Precisione e raffinatezza dei dettagli, solido copricatena tubolare di ottima fattura a due gusci più codino, cerchi M. Baruzzo Torino, pedali a sei cubetti, lucchetto con gemma alla ruota posteriore in tinta con il telaio e lunga gemma posteriore con catarifrangente in vetro pallinato, manopole in corno a due pezzi... il tutto a comporre una bicicletta R Ballon con fine struttura d'ispirazione sportiva
Sella originale Confort Extra in pelle imbottita con crine di cavallo













...e al contempo, grazie al lavoro dell'amico Giulio, in anni di ricerca e custodia di stampe d'epoca, giunge quì al museo un manifesto originale Ideor del 1935, a corredo di una Ideor da corsa di primi anni '30 con cambio Vittoria e cerchi in legno, che s'intravede in basso a destra sulla fotografia.