sabato 1 febbraio 2020

Bianchi 1957 Corsa mod. Campione del Mondo

Anni cinquanta, l'Italia è ripartita dopo la guerra, ecco un classicone internazionale, bicicletta Bianchi da corsa del 1957 modello denominato Campione del Mondo dal 1953 al 1957/8, in onore a Fausto Coppi, che conquistò il titolo nel 1953 su bicicletta Bianchi. Bicicletta "moderna" equipaggiata con cambio Campagnolo Gran Sport, catena e ruota libera a 5 Velocità Regina, quasi completamente originale e discretamente conservata. Bicicletta di accurata produzione industriale, diversamente raffinata rispetto a talune coetanee di bottega artigiana o del reparto corse Bianchi, ma decisamente precisa, stabile e robusta: più pesante e rigida di altre biciclette da corsa, comunque costruita molto bene e con materiali di pregio.
Celebre guarnitura doppia in acciaio Bianchi con lettere "B" lunghe:
Pedali da corsa a centro intero in acciaio con flange in alluminio "B" Bianchi:



 
Leve e freni in alluminio con sganci rapidi Universal brev. 453949 "Modello 51"





Sella da corsa in cuoio Aqvila-Bianchi
Supporto per i manettini del cambio e passacavi al movimento centrale con porta-pompa integrato Campagnolo

 
Piega del manubrio in alluminio Ambrosio Champion, pipa in acciaio Ambrosio, laddove da catalogo sarebbe prevista una pipa Ambrosio in alluminio marchiata Bianchi
 



Componenti Campagnolo marchiati con C aperta "Open C"
Mozzi FB - Bianchi in ferro e flange in alluminio, 32 raggi anteriori e 40 posteriori, raggi sfinati 1.5/1.8 mm, cerchi in alluminio Nisi Moncalieri per gomme tubolari, quì mediamente larghe 700 x 25




Nessun commento: